Tutti le manifestazioni, inerenti l'arte, organizzate dalle Pro Loco affiliate.

Guido Montauti – Centenario della Nascita

Da mercoledì 6 giugno a venerdì 31 agosto 2018

“Guido Montauti: Centenario della Nascita”

promosso da

Pro Loco di Fano Adriano, Pro Loco di Ripattoni, Pro Loco di Roseto degli Abruzzi

Le Pro Loco di Fano Adriano, Ripattoni e Roseto degli Abruzzi sono liete di invitarvi alla mostra diffusa sull’artista Guido Montauti nel centenario dalla nascita.

CALENDARIO EVENTI

Dal 6 giugno al 6 luglio 2018

“Un Percorso di Creatività – Cento Opere nel Centenario della Nascita”

Villa Paris (Roseto degli Abruzzi)

Dal 29 luglio al 31 agosto 2018

“Gli Esordi, Opere degli Anni ’30 – ’40”

Sala Convegni (Fano Adriano)

Dal 13 luglio al 31 agosto 2018

“Le Opere in Mostra a Venezia, Milano e Parigi negli anni ’40 e ’50 – Ipotesi Museale nel Piano Nobile di Palazzo Saliceti in Attesa del Restauro”

Palazzo Saliceti (Ripattoni)

Dal 7 luglio al 31 agosto 2018

L’Esperienza de “Il Pastore Bianco” e il Tempo dell’Isolamento – Opere degli Anni ’60 e ’70

Villa Paris (Roseto degli Abruzzi)

4 agosto 2018

“Il Recupero delle Pitture Rupestri – Opere Eseguite dal Pastore Bianco nel 1964 e travolte dalla gigantesca frana del 19 marzo 2011

Grotte di Segaturo (Pietracamela)

Dal 5 al 25 agosto 2018

XXVIII Premio di Pittura Estemporanea “Gran Sasso d’Italia Guido Montauti”

Fano Adriano

La mostra “diffusa” su Guido Montauti per il centenario della nascita “Un percorso di creatività”, nasce dalla comune riflessione di quattro Comuni abruzzesi: Fano Adriano, Pietracamela, Ripattoni di Bellante, Roseto degli Abruzzi che hanno individuato spazi espositivi, proponendo un dialogo tra cento opere d’arte del maestro Guido Montauti, di cui si è inteso così ricostruire, a cento anni dalla nascita,  l’evoluzione della sua singolare esperienza artistica.

Il progetto espositivo ha uno sguardo al presente, riproponendo dell’artista i segni di una tangibile eredità trasmessa ai posteri. Tuttavia esso intende proporre soprattutto un dialogo fitto tra contesti espositivi diversi. Dalle Grotte di Segaturo a Pietracamela con le Pitture Rupestri che il pittore realizzò dopo la creazione del movimento “Il Pastore Bianco”, oggetto di parziale restauro dopo i recenti tragici fenomeni naturali, alle pitture ispirate ai luoghi di Fano Adriano della ventottesima edizione dell’Estemporanea, dedicata a Guido Montauti, con il coinvolgimento di numerosi talentuosi artisti.

Da Palazzo Saliceti, quasi un appello per il recupero di un’area monumentale di grande fascino attraverso l’esposizione di alcune splendide opere dell’artista, a Villa Paris, stupenda Villa novecentesca, spazio di assoluto fascino per le esposizioni temporanee.

Oggetto di riflessione è stato anche il ruolo degli spazi, pubblici e privati che, a partire dal diciannovesimo secolo, si sono imposti come luoghi di valorizzazione di un patrimonio artistico che appartiene a tutta l’umanità.

Perché le opere dei nostri artisti vanno tutelate e conservate ma soprattutto valorizzate e fatte conoscere.

Si impone perciò il riferimento ai collezionisti, novelli mecenati e promotori di mostre in grado di far conoscere ai più opere che altrimenti vivrebbero nel chiuso di caveu o di abitazioni private.

Per informazioni

Centenario Montauti